Pontomedusa ha bisogno di un esorcismo

esorcista

Da tanti mesi, Pontomedusa ha un tira e molla con un bel tipo.

Lui scompare per settimane, poi la invita a uscire e non la bacia, poi la incontra per caso e la bacia, e poi da capo.

Pontomedusa è perplessa.

Sarà indeciso? Sarà disinteressato? Sarà timido?

Pontomedusa decide di buttarsi: o la va, o la spacca.

“Ho voglia di vederti,” gli scrive.

Pontomedusa l’ha spaccata. Perché lui risponde “Ma io sto frequentando un’altra.”

All’inizio, Pontomedusa si chiede come avrà fatto quest’altra a circuire l’Indeciso fino a mettercisi insieme. “E perché io invece mai niente?” si domanda. “Cosa c’è che devo sapere?”

Poi, finalmente, il criceto che abita nel cervello di Pontomedusa si mette in moto: le lunghe assenze, l’indecisione, quell’aria da vorrei-ma-non-posso…

…Ma niente niente che quell’altra c’è sempre stata?

Pontomedusa pensa di sì. Pontomedusa pensa anche che questo è il secondo che le capita in pochi mesi. Pontomedusa pensa che forse avrebbe bisogno di un esorcismo.

“…Ma possiamo rimanere amici”, ha scritto lui nel frattempo.

Eh, no! Friendzonata almeno no!

Pontomedusa si rifugia in un silenzio che altro non è che un vaffanculo di classe.

Annunci

6 Comments

  1. Pingback: La sfiga ci vede benissimo | Pontomedusa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...