Come tradurre una mail di lavoro

Caro Genoveffo [brutto idiota], come già condiviso [te l’ho detto mille volte] è assolutamente prioritario finalizzare il progetto [ci aprono il culo se non concludiamo] entro la giornata di oggi [la scadenza è domattina, ma so che hai il culo pesante]. Ti chiedo quindi di dare la massima priorità [staccati da Facebook per un’oretta, vuoi?] a quest’attività, in modo da rispettare la deadline [muovi il culo sì o no?]. Grazie mille [verrà il giorno che ti prendo a testate in fronte] Pontomedusa Professional Annunci Continua a leggere Come tradurre una mail di lavoro

Pontomedusa ha il mal di gola

E’ venerdì mattina, e Pontomedusa non si sente tanto bene. Ha un po’ di mal di gola. E’ venerdì pomeriggio, e la voce di Pontomedusa comincia a farsi un po’ rauca: E’ venerdì sera, e Pontomedusa, per usare un termine medico, sta rovinata. Però pensa: “Ecchecchézz, tutto il giorno a lavorare, adesso non mi merito di uscire? Ma sì, mi fermo un’oretta, caso mai non parlerò. Che sarà mai.” Alle ore 1:30 am, dopo avere conversato ininterrottamente per circa 5 ore, Pontomedusa capisce che forse è il caso di rientrare. Guidando verso casa, però, decide di essere in punto di … Continua a leggere Pontomedusa ha il mal di gola

Pontomedusa va a mangiare il sushi

Pontomedusa si trova con un gruppo di amici per sfondarsi di sushi all’All you can eat. La serata si svolge secondo lo schema classico di questi eventi: Tutti ordinano la qualunque come se non ci fosse un domani: bisogna far fruttare la formula del Tutto a volontà! I ristoratori, astuti, centellinano i piatti per quasi due ore. Cresce la fame e la frustrazione. Si è quasi a fine serata, e finalmente i piatti cominciano ad arrivare uno dopo l’altro. Stipare chili di sushi nello stomaco in un tempo limitato si rivela un’impresa riservata al tizio di Man Vs Food. Vassoi … Continua a leggere Pontomedusa va a mangiare il sushi

Pontomedusa fa la spesa online

In un pigro pomeriggio domenicale, Pontomedusa si accorge che le mancano un paio di generi di primissima necessità (tipo biscotti al cioccolato e Coca Cola), ma non ha voglia di passare mezz’ora al supermercato. Perché dovete sapere che, per un bizzarro paradosso crono-dimensionale, se Pontomedusa passa dal supermercato per comprare un paio di cose, quando esce è passata mezz’ora; se deve comprare tre cose, automaticamente passa almeno un’ora. Comunque, in questo caso Pontomedusa ha un’idea geniale: potrebbe essere un’occasione ideale per provare il nuovo servizio di spesa online. Tutta felice, Pontomedusa seleziona gli articoli sul sito e prenota il ritiro … Continua a leggere Pontomedusa fa la spesa online

Pontomedusa ha bisogno di un esorcismo

Da tanti mesi, Pontomedusa ha un tira e molla con un bel tipo. Lui scompare per settimane, poi la invita a uscire e non la bacia, poi la incontra per caso e la bacia, e poi da capo. Pontomedusa è perplessa. Sarà indeciso? Sarà disinteressato? Sarà timido? Pontomedusa decide di buttarsi: o la va, o la spacca. “Ho voglia di vederti,” gli scrive. Pontomedusa l’ha spaccata. Perché lui risponde “Ma io sto frequentando un’altra.” All’inizio, Pontomedusa si chiede come avrà fatto quest’altra a circuire l’Indeciso fino a mettercisi insieme. “E perché io invece mai niente?” si domanda. “Cosa c’è che … Continua a leggere Pontomedusa ha bisogno di un esorcismo

Poison Pontomedusa

Pontomedusa in un negozio di cosmetici che si atteggia a eco-bio-radical chic: La Commessa: Tu sei per caso vegana? Pontomedusa (pensando alla quantità di piccoli e grandi erbivori caduta per il suo ultimo pasto): Ehm…no. C: Ah, perché sai, in questa crema ci sono le uova. P: Per me potrebbe anche esserci un coniglio tritato dentro sinceramente. C: Ma no! Ma dai! Poveri coniglietti! P: Vabbè. Pago col Bancomat. C: Perfetto! Vuoi il nostro catalogo? P: Eh no! Quanti alberi sono stati abbattuti per fare questi cataloghi che la gente prende e spesso butta senza passare dal via? Non lo … Continua a leggere Poison Pontomedusa

Pontomedusa ha sbagliato film

A Pontomedusa piace un ragazzo. Dopo due settimane di inconsistente messaggiare, lui finalmente la invita ad uscire. A dire il vero la invita con preavviso di mezz’ora, una cosa che a Pontomedusa fa girare i coglioni in maniera indicibile, tuttavia decide di perdonarlo e corre a farsi bella. I due si vedono, lui si comporta da perfetto gentiluomo, fanno una romantica passeggiata al chiaro di luna nel parco, ridono e scherzano. Quando lui la riaccompagna fino alla porta di casa, a Pontomedusa batte forte il cuoricino; socchiude gli occhi attendendosi un bacio, e… …E arriva la mazzata. Lui: Scusa, non … Continua a leggere Pontomedusa ha sbagliato film