Come tradurre una mail di lavoro

Caro Genoveffo [brutto idiota], come già condiviso [te l’ho detto mille volte] è assolutamente prioritario finalizzare il progetto [ci aprono il culo se non concludiamo] entro la giornata di oggi [la scadenza è domattina, ma so che hai il culo pesante]. Ti chiedo quindi di dare la massima priorità [staccati da Facebook per un’oretta, vuoi?] a quest’attività, in modo da rispettare la deadline [muovi il culo sì o no?]. Grazie mille [verrà il giorno che ti prendo a testate in fronte] Pontomedusa Professional Annunci Continua a leggere Come tradurre una mail di lavoro

Di fidanzati seriali, loser e sedotti e abbandonati

Grazie all’ispirazione datami da un amico che chiameremo Mainagioia, andremo oggi ad analizzare alcuni sottogeneri di Mipiacione, tipo umano di cui ho parlato qui.   Il Fidanzato Seriale Lui è sempre fidanzato, sempre. E mica di nascosto, come altri personaggi già trattati in questo blog; no no, il suo wall su Facebook è un tripudio di foto a due, frasi zuccherose, poesie dedicate a lei. Nel frattempo, cerca di sedurti su Messenger scrivendoti tutti i giorni. E tu dici, “Ma cosa mi scrive a fare?” Finché non fai un po’ più di attenzione, e ti accorgi che la fidanzata non è sempre … Continua a leggere Di fidanzati seriali, loser e sedotti e abbandonati

Acque Chete – 2

Genere: Thriller, Azione Avvertenze: Viulènza, Tematiche forti, Forse ci scappa un po’ di sesso, Parole sporche Capitolo 3/31 Leggi il Cap. 1 Leggi il Cap. I 2 Paolo si è dato malato davvero, si è chiuso in casa, e ha passato il resto della mattinata a pensare all’assurdo incontro con la ragazza in nero. Il biglietto da visita è sul tavolino di fronte al divano. Ogni tanto Paolo gli getta un’occhiata, come se fosse l’unica prova tangibile del fatto che non è stata tutta un’allucinazione dovuta allo stress. Eraser SRL, dice solo. Cancelliamo i vostri problemi. E poi, un numero di telefono … Continua a leggere Acque Chete – 2

Di panini con nomi d’arte e frutta non biodegradabile

Molti di voi stenteranno a crederlo, ma c’è stato un tempo in cui il McDonald, quando faceva uscire una Special Edition, proponeva delle cose davvero diverse dal solito: c’era quello con la bistecchina di maiale, quello con l’astice, l’hamburger con le melanzane, il panino orientale col pollo al limone. Adesso invece, lo dico da un po’, qualunque panino speciale è un Crispy McBacon un po’ diverso. La Selection di Bastianich? McBacon con la scamorza, McBacon con la salsa barbecue, McBacon con il pollo al posto dell’hamburger. Il panino speciale di Natale di due anni fa? McBacon coi peperoni. Adesso finalmente … Continua a leggere Di panini con nomi d’arte e frutta non biodegradabile

Di algoritmi stalker e la scarsa socialità di Pontomedusa

Volevo dire a Facebook che ormai ho esaurito gli amici, ho aggiunto anche i più lontani conoscenti, anche il barista che una volta a Portofino mi vendette un Estathè a 10 euro, quindi potrebbe per favore smettere di consigliarmi “persone che potresti conoscere?” Non conosco più nessuno. Basta. Pietà. Continua a leggere Di algoritmi stalker e la scarsa socialità di Pontomedusa

Acque Chete – I

Genere: Thriller, Azione Avvertenze: Viulènza, Tematiche forti, Forse ci scappa un po’ di sesso, Parole sporche Capitolo 2/31 Leggi il Cap. 1   I Seduta sulla scomoda sedia di plastica, Violante è in preda a violenti crampi allo stomaco. Si impone di respirare a lungo per scongiurare il pericolo di vomitare, ma la prima inspirazione le gonfia la pancia e le procura un conato che blocca a fatica. Decide che non è stata una grande idea e si ritrova a fare piccoli, brevi respiri, come capita. Si domanda se le stia venendo un attacco di panico, e spera di no. … Continua a leggere Acque Chete – I

Di cigni grigi, ballerine in delirio e lieto fine

Avvertenza: questo post contiene SPOILER, che lo rendono più aerodinamico, quindi attenzione ai colpi d’aria, che poi vi viene il torcicollo. Da piccole vi piaceva Barbie Ballerina e sognavate di danzare nel Lago dei Cigni? Anche Nina; ma adesso che è grande e fa davvero parte di una compagnia, non è certo da invidiare, fra bulimia per mantenere il fisico da silfide, compagne streghe che si fanno una guerra spietata per il ruolo di protagonista, un regista misogino e pure un po’ maiale, e una madre elicottero che è la regina del ricatto emotivo, che la fa vivere in una … Continua a leggere Di cigni grigi, ballerine in delirio e lieto fine