Nanto Academy – Episode 4

Genere: Comico, Parodia

Avvertenze: Bieca comicità alla Pozzetto (massimo rispetto)

Episodio 4 di + ∞

Leggi l’Episodio 1

Leggi l’Episodio 2

Leggi l’Episodio 3

Nanto Academy

nanto academy

SIGLA

La Sacra Scuola di Nanto, un’antica e venerata istituzione, retta con rigore dal Preside Souther, che seleziona solo i migliori allievi per trasformarli in invincibili Maestri al di sopra di ogni umana debolezza. O no?

EPISODIO 4

Souther e Raoh sono seduti su due troni. Toki è seduto su uno sgabello. Shu è in piedi vicino a loro. I ragazzi sono in fila, Hokuto di fronte a Nanto. Le ragazze sono in un angolo con i loro ponpon e ventagli.

SOUTHER: Shu, non stare lì in piedi!

RAOH: Già, non vediamo niente!

SHU: …

RAOH: Mettiti seduto!

SHU: D’accordo…dov’è l’altra sedia?

SOUTHER: Trovatene una! Guardati intorno!

SHU: …

Shu, rassegnato, fa finta di sedersi stando in piegamento di fianco a Souther.

SOUTHER: Così va meglio! Stabiliamo le regole per questo combattimento.

RAOH: Bene, facciamo scontro mortale, il mio preferito! Chi perde deve essere ucciso!

SHU: E no! Già l’ultima volta mi sono dovuto cavare gli occhi… Già lo so che oggi va a finire che mi devo tagliare le dita dei piedi!

TOKI: Sì, anche io non sono d’accordo con i combattimenti all’ultimo sangue… sapete che io sono contro la violenza…

RAOH: E questo come si coniuga con il tuo praticare un’arte di combattimento mortale?

TOKI: Sai benissimo che io la uso solo per il bene! Per curare le malattie! L’altro giorno ho salvato un povero villico da una pericolosissima intolleranza al lattosio premendo il suo Punto del Tripudio Intestinale!

SOUTHER: Oh, e va bene… Niente uccisioni… solo botte da orbi.

SHU: …

RAOH: Che palle però… se ne va metà del divertimento.

SOUTHER: Su, cominciamo… Juda contro Jagi!

JAGI: No! Ma perché sempre io!

JUDA: Io non posso sudare! Mi si scioglie il trucco!

RAOH E SOUTHER: Faaatela finiiiita!

Tutti restano immobili. Una mosca che stava volando cade morta per terra. I bonsai che decorano il dojo perdono tutte le foglie.

SOUTHER: Così va meglio. Juda e Jagi, cominciate!

JAGI: Ti spacco la faccia, femminuccia!

JUDA: Se ti azzardi a rovinare il mio volto perfetto, te la faccio pagare!

Jagi si slancia verso Juda. Juda lo evita, e lo colpisce ripetutamente al volto…truccandolo di tutto punto.

JAGI: Aaahhh! La mia faccia! Cosa mi hai fatto!

KEN: Ho un momento déjà vu.

JUDA: Be’, nel tuo caso ci vorrebbe un miracolo, però diciamo che sei già migliorato.

JAGI: Maledetto! Tornerò! Mi vendicherò!

Jagi corre via coprendosi la faccia.

SOUTHER (con un sorrisetto): Uno a zero per Nanto.

RAOH (digrigna i denti): Staremo a vedere! Ken contro Shin!

KEN: Shin, tu sei mio amico. Io non ti voglio fare male. Ti prego, risolviamo le nostre divergenze con le parole…

SHIN: Ken, ti sconfiggerò, e Julia sarà mia! Mia! Miiiaaaa!!

JULIA: Ma davvero Shin, lascia stare…

SHIN: Ti conquisterò Julia! Sarai la mia regina! Aaahhh!!

Shin salta verso Ken.

KEN: Shin, amico mio, ascoltami! Perché tutto questo odio nel tuo cuore? Io so che non sei così! (si gira di lato per evitare il colpo, Shin riesce comunque a sfiorarlo facendogli un graffietto sulla faccia).

JULIA (si precipita in mezzo ai due contendenti): Keen! Amore miooo! Cosa ti ha fatto quel bruto?

SHIN: Ma… Julia… Io l’ho fatto per te! Io ti amo! Tu devi apprezzare la mia immensa forza! Tu… Io…Noi… Lui…

RAOH: State studiando i pronomi in questi giorni?

SOUTHER (imbarazzato): Eh… Questo contiamolo come pareggio, va’! Fuori dai piedi, tutti e tre!

Julia va via tenendo per mano Ken, mentre Shin si trascina per terra, aggrappato a una sua caviglia.

TOKI: Mi batterò io con Rei.

Toki si alza dallo sgabello. Shu, senza dare nell’occhio (ahahah!) si siede al suo posto.

SHU: Meno male! Non ne potevo più.

TOKI: Preparati, giovane Rei!

REI: Sono pronto!

Rei salta verso Toki, che però si difende con una gragnola di colpi. Rei atterra e…

AIRI: Rei! Come stai? Sei ferito?

REI (perplesso): No, veramente… Mi è anche passato il torcicollo con cui mi sono svegliato stamattina!

TOKI (sorride soddisfatto): Sacro Colpo del Chiropratico! È una mia invenzione!

RAOH (si copre gli occhi con la mano e scuote la testa): Non mi dire.

SOUTHER: Stiamo cadendo nel ridicolo! Raoh, battiamoci io e te.

RAOH: D’accordo. Facciamo vedere a questi imbecilli come si combatte!

Souther e Raoh si alzano e si fronteggiano al centro del dojo. Rei va vicino a sua sorella, Toki torna al suo posto.

TOKI: Shu! Mi hai rubato la sedia!

SHU: Chi va al duello perde lo sgabello!

TOKI: Ahah, buona questa! Sei simpatico! Dobbiamo tenerci in contatto finita questa giornata, non perdiamoci di vista!

SHU: …

TOKI: Be’, non ha importanza, starò in piedi, che se mi siedo al posto di Souther o Raoh chi li sente poi quei due! Con loro bisogna stare sempre all’occhio!

SHU: …

TOKI: Certo, con tutte le responsabilità che hanno si capisce che siano sempre nervosi… Bisogna anche vedere le cose dal loro punto di vista!

SHU: …

TOKI: Ma che ti è preso all’improvviso?

SHU: Niente, niente… Guardiamoci l’incontro! Così, a prima vista, chi credi che vincerà? Sono due guerrieri temibili, è meglio che stiano tutti e due all’occhio!

TOKI: …

Annunci

Nanto Academy – Episode 3

Genere: Comico, Parodia

Avvertenze: Bieca comicità alla Pozzetto (massimo rispetto)

Episodio 3 di + ∞

Leggi l’Episodio 1

Leggi l’Episodio 2

 

Nanto Academy

nanto academy

SIGLA

La Sacra Scuola di Nanto, un’antica e venerata istituzione, retta con rigore dal Preside Souther, che seleziona solo i migliori allievi per trasformarli in invincibili Maestri al di sopra di ogni umana debolezza. O no?

EPISODIO 3

Shin, Rei e Juda sono nel giardino del Dojo, in riga di fronte a Souther e Shu. Tou, Julia e Airi sono un po’ in disparte, con ponpon, ventagli e striscioni.

SOUTHER: Oggi arriveranno gli allievi della Sacra Scuola di Hokuto… Vi siete allenati? Fatemi vedere! Shin!

Shin salta e taglia tutti gli alberi del giardino prima di atterrare.

SOUTHER: Finalmente qualche soddisfazione… Rei!

Rei spicca un salto e taglia a metà un intero stormo di oche che volavano sul giardino.

SOUTHER: Ben fatto! Così abbiamo sistemato anche la cena! Juda!

Juda si sposta sul terreno a velocità supersonica verso le ragazze. Muove le braccia così velocemente che non si riescono a vedere, e quando si ferma… Le ragazze sono perfettamente truccate.

SOUTHER (digrigna i denti): Juda…

JUDA: Grazie, grazie!

AIRI: Be’, ma ragazze, comunque state molto bene…

TOU: Anche tu Airi! Evviva, quando Raoh mi vedrà così non potrà resistermi! Grazie Juda! (bacia Juda sulla guancia).

JULIA (arrossisce): Così, spero di piacere ancora di più al mio Ken… grazie! (anche lei bacia Juda).

JUDA: Lo sapevo, tutte le donne mi cadono ai piedi!

AIRI: Non guardarmi così. Io non ti bacio.

JUDA: Umpf! Tale e quale a tuo fratello! Ma prima o poi anche voi cederete al mio fascino! Ora che ci penso, spero contemporaneamente. Ho in mente una cosa a tre…

REI: Juda! Smetti di pensare! Adesso.

JUDA: Non ci riesco…

REI: Fatti spiegare da Shin come si fa (ridacchia).

SHIN: Falla finita! (Si precipita da Julia). Oh, Julia, tu non hai bisogno di trucco, la tua bellezza è naturalmente perfetta…

REI: …Appunto.

JULIA: Ehm…grazie Shin…

SOUTHER: Basta così!

Tutti si congelano sul posto.

SOUTHER: Quelli di Hokuto arriveranno a momenti, e noi dobbiamo farci trovare così?

SHU: Preside Souther… In fondo sono ragazzi…

SOUTHER: Guarda che se sono così rammolliti è colpa tua, che li tratti sempre con i guanti! Stai all’occhio!

SHU: …

Entrano Raoh, Toki, Kenshiro e Jagi.

RAOH: Ciao Souther! Ah questi sono i tuoi allievi…Due ragazzi e quattro ragazze?

SOUTHER: In realtà le tre ragazze sono ospiti, non allieve. Poi c’è Juda che è un caso a parte.

RAOH: Un caso umano!

SOUTHER: Be’, voi avete Jagi…

JAGI: Ehi, state parlando di me?

JUDA: E anche di me!

SOUTHER E RAOH (alzano appena un sopracciglio): Sì. Ebbene?

JAGI (suda freddo): Niente, niente! Era solo per sapere!

JUDA: Giusto! La conoscenza è potere!

TOU (si aggrappa al braccio di Raoh): Raoohh, ciao! Noi facciamo il tifo! Abbiamo anche i ponpon!

RAOH: E tu chi sei?

TOU: Come…Tou.

RAOH: Sì, ho detto: TU chi sei?

TOU: Mi chiamo Tou! Mi hai salvata da un branco di lupi inferociti! Come fai a non ricordarti?

RAOH: Lupi inferociti? Sarà stato un martedì.

TOKI: Alla Scuola di Hokuto funziona così: meditazione sotto la cascata il lunedì, combattere i lupi il martedì, stare tutto il giorno a testa in giù in equilibrio sull’indice sinistro al mercoledì…

KENSHIRO: Perché con l’indice destro è troppo facile!

JULIA (con gli occhi a cuoricino): Oh Ken, come sei forte! Come sei virile!

RAOH: Julia, guarda che anche io faccio gli stessi allenamenti! Ma li faccio meglio! Per il doppio del tempo!

SHIN (si mette in equilibrio sull’indice a testa in giù): Guarda Julia! Starò così tutto il giorno!

JAGI (mette un braccio intorno alle spalle di Airi): Ehi bellezza, che ne dici se molliamo qui questi perdenti e andiamo a farci un giretto io e te?

AIRI: Il più perdente qui dentro sei tu.

REI: E togli le mani da mia sorella!

TOKI (a Shu): Uhm…ma sono sempre così vivaci i vostri ragazzi?

SHU: Eh, cosa vuoi farci, sono giovani…

TOKI: Be’ anche Jagi e Ken sono giovani ma mi sembrano un po’ più facili da gestire dei vostri… Dovrai stargli sempre con gli occhi addosso!

SHU: …

SOUTHER: Sì, ne fanno di tutti i colori appena li perde di vista!

SHU: …

RAOH: Insomma, non eravamo qui per un incontro?

SOUTHER: Hai ragione… Basta perdere tempo! Tutti in palestra.

Tutti si avviano all’interno del dojo.

Nanto Academy – Episode 2

Stavate pensando che avete un insopprimibile bisogno di una nuova dose di sano umorismo cazzaro e bastevolmente nerd? Fortunelli, meno male che arriva una nuova puntata di

Nanto Academy

Genere: Comico, Parodia

Avvertenze: Bieca comicità alla Pozzetto (massimo rispetto)

Episodio 2 di + ∞

Leggi l’Episodio 1

nanto academy

SIGLA

La Sacra Scuola di Nanto, un’antica e venerata istituzione, retta con rigore dal Preside Souther, che seleziona solo i migliori allievi per trasformarli in invincibili Maestri al di sopra di ogni umana debolezza. O no?

EPISODIO 2

Shin, Rei e Juda sono in classe.

JUDA: Ragaaazziii!! Avete visto le mie matite per il trucco?

SHIN: Ma ti pare?

REI: A noi certe cose non interessano.

JUDA: Sono sparite! Non prendetemi in giro! Devono saltare fuori!

REI (allunga lo sguardo sul banco di Shin) Aspetta un po’ Shin…hai scritto sul tuo banco? Shin Cuore Julia…S&J tre metri sopra il cielo…

SHIN (copre il banco con le braccia): fatti i fatti tuoi Rei!

JUDA (corre a guardare anche lui il banco): E lo hai scritto con l’eye pencil Mac numero 19 color pavone profondo! Lo sapevo…Ti odio! Era il colore che mi stava meglio!

Entrano Shu e Souther.

JUDA: Maestro Shu, guardi cos’ha fatto Shin con le mie matite per il trucco!

SHU: …

SOUTHER: Falla finita Juda. Questa storia del trucco è ridicola, questa è un’antica scuola di combattimento letale, non l’istituto per estetiste di Fiumefreddo Bruzio!

JUDA: senti chi parla, quello che tutte le mattine non esce senza mettersi l’eyeliner e il mascara…

SOUTHER: come osi?! Si vede benissimo anche nei flashback che anche da bambino sono sempre stato così! Questo sguardo intenso e queste ciglia foltissime sono tutte naturali…ma cosa mi fai dire?! (si ricompone) In realtà, sono venuto a dirvi che abbiamo organizzato un incontro con gli allievi della Scuola di Hokuto.

TOU (spunta da dietro la lavagna): Davveeerooo? Verrà anche Raoh? (Gli occhi le si trasformano in cuoricini). Ragazze, avete sentito???

(Da dietro la lavagna escono anche Julia e Airi).

SOUTHER: Che diamine c’è dietro quella lavagna, Narnia? Shu, ricordati di darci un’occhiata quando hai tempo.

SHU: …

TOU (saltella e batte le mani): Che bello, sono così felice!

JULIA (con uno sfondo di petali di rosa dietro di lei): Finalmente potrò vedere Ken!

AIRI (sbuffa): Io non sono tanto contenta. Quel Jagi mi ronza sempre intorno.

REI: Non preoccuparti, sorellina. Se ti dà fastidio, gli gonfio la faccia…diciamo l’altra metà (ridacchia).

SHIN: E io difenderò te, Julia, se quel Kenshiro ti importuna!

JULIA: Ma davvero, Shin…non disturbarti…

JUDA: Uffaaa, finalmente arrivano dei bei maschioni nuovi, proprio quando quel cretino di Shin mi ha rovinato le matite per il trucco!

SHIN: Ehi! A chi hai detto cretino?

SOUTHER: Adesso baastaa!!

Silenzio totale. Tutti rimangono immobili, congelati nell’esatta posizione in cui erano quando Souther ha urlato.

SOUTHER: Così va meglio. Cercate di non farmi fare le solite figuracce. Tutti ad allenarsi. Raus!

I giovani escono in fila indiana facendo il passo dell’oca, ragazze incluse.

SOUTHER: Sono molto preoccupato…questi ragazzi non mi sembrano all’altezza.

SHU: Ma no Preside Souther…non deve vederla così nera…

(Si rende conto di quello che ha detto)

SOUTHER: Ma hai visto come si comportano?

SHU: …

SOUTHER: Sembrano un asilo nido, altro che Scuola di Nanto! Mi tolgono il lume degli occhi!

SHU: …

SOUTHER: Ti dico io cosa ci vuole, disciplina! Rigore! Severità! Tu sei troppo tenero con loro! Hai sempre un occhio di riguardo!

SHU: …

SOUTHER: Perché fai quella faccia? Sembra che tu abbia visto un fantasma.

SHU: …

SOUTHER: Bah, a volte non ti capisco… Vai a vedere cosa combinano quei disgraziati. Tienigli gli occhi addosso, mi raccomando!

SHU: … (esce).

Nanto Academy – Episode 1

Bene, bene… Nel post di introduzione alla pubblicazione dei miei racconti, avevo promesso che non avrei postato le mie fanfic.

Si vede che oggi è in comando Pontomedusa Due, perché invece ho cambiato idea.

Consideriamo Nanto Academy una nuova rubrica, che inauguro oggi. Diciamo che si può fare un’eccezione perché non è una fanfic nel vero significato del termine.

Si tratta di una parodia di Ken Il Guerriero. E’ pensato come una sitcom, quindi ogni episodio è autoconclusivo e la serie è potenzialmente infinita.

Non lo considero all’interno della famiglia Narrativa perché non è, uh, narrativa, poi è de ridere quindi si integra perfettamente nel tono generale del blog, e inoltre pubblicare due post Narrativa di seguito non sarebbe chic.

Genere: Comico, Parodia

Avvertenze: Bieca comicità alla Pozzetto (massimo rispetto)

Episodio 1 di + ∞

nanto academySIGLA

La Sacra Scuola di Nanto, un’antica e venerata istituzione, retta con rigore dal Preside Souther, che seleziona solo i migliori allievi per trasformarli in invincibili Maestri al di sopra di ogni umana debolezza. O no?

EPISODIO 1

Shin e Rei sono nel giardino del dojo di Nanto, intenti a meditare sotto il getto di una cascata.

JUDA: Ciao ragazzi, come siete belli, come siete bagnati, cosa fate?

SHIN: Vai via.

REI: Vai via.

JUDA: Ragazzi, non è giusto, non mi fate mai allenare con voi! Sietesoloinvidiosi della mia perfetta bellezza!

SHIN: Hai assolutamente ragione. Adesso vai a mettere lo smalto alle unghie e lasciaci in pace.

JUDA: Ma l’ho già messo! (Mostra una mano con una perfetta french completa di brillantini).

SHIN: È questo il brutto di te. Non ti si può nemmeno prendere in giro.

SHU (entra in giardino dalla porta finestra): Ragazzi, basta perdere tempo! Venite in classe, oggi interrogo!

JUDA: Ma io non ho studiato! Non potrebbe avere un occhio di riguardo?

SHU: …

SHIN: E poi non potremmo fare colazione prima? Non ci vedo più dalla fame!

SHU: …

REI: Io invece sono preparatissimo! Non vedo l’ora!

SHU: …

(Julia, Airi e Tou entrano in giardino).

SHIN (si precipita verso Julia): Julia come stai? Hai dormito bene? Hai già mangiato? Facciamo colazione insieme?

JULIA: … Ciao Shin.

SHIN: Guarda cosa ti ho comprato: una scatola di cioccolatini, due collane, un paio di orecchini, un abito da sera in tre colori così scegli quello che ti piace di più…

JUDA (si precipita anche lui verso le ragazze): Ahhh, ma guarda chi c’è! Ma come siamo carine! Ma non trovate che sia io la più bella creatura di tutto il dojo di Nanto? Ma che dico, di tutto il Giappone? Ma che dico, di tutto il mondo?

JULIA, AIRI E TOU: …

AIRI (con tono di chi si sforza di essere gentile): Be’… mi piacciono le tue unghie…

JUDA (si appiccica a Airi): Tu sì che hai buon gusto dolcezza! Cosa fai stasera? Vuoi venire nella mia stanza a vedere la mia collezione di smalti?

AIRI (imbarazzata): Veramente io…

REI (fa un passo in avanti con aria minacciosa): Stai lontano da mia sorella, o taglio i capelli a tutte le tue Barbie. E sai che per farlo non mi servono nemmeno le forbici.

SHU: Ragazzi, potreste cercare di darvi un contegno? Non vorrei che arrivasse…

Improvvisamente, tutti i suoni della natura cessano. Si alza un vento gelido che fa rabbrividire tutti quanti.
I presenti si voltano verso la porta-finestra ed ecco comparire…

SHU: … il Preside Souther.

SOUTHER: Cosa succede qui? Si batte la fiacca?

Tutti si mettono sull’attenti, incluse le ragazze e Shu.

SOUTHER: Shu, che cos’è questa confusione? Ti avevo detto di tenerli d’occhio!

SHU: …

SOUTHER (rivolto ai ragazzi): Siete una vergogna! Tutti gli studenti più brillanti si iscrivono alla scuola di Hokuto, e a me rimangono solo i somari!

SHU: Non li tratti male, Preside Souther! Per stavolta chiuda un occhio!

(Si rende conto di quello che ha detto)

SOUTHER (scuote la testa): Voglio che vi comportiate come allievi decenti! Shin, ottocento flessioni! Rei, dieci ore a saltare da un palo della luce all’altro! Juda… Uhm, Juda…

JUDA (spalanca gli occhi e sbatte le ciglia): Sì, Preside?

SOUTHER: …Vai via!

Di Vultus V, cornuti e genetica

Vi ricordate Vultus V? Vi riassumo la storia, che contiene SPOILER.

I cattivi sono gli abitanti di un pianeta chiamato Boazan, in cui i nobili sono cornuti. No, non intendo che frequentano club di scambisti: hanno proprio le corna.

I non cornuti sono considerati inferiori e tenuti come schiavi.

La storia inizia quando l’imperatore in carica muore, e ci sono due aspiranti successori: un nipote, Kentarus, e un figlio illegittimo, Zambazir. Kentarus sarebbe il legittimo erede, e poiché ha anche delle idee di libertà, fraternità e uguaglianza, la sua ascesa al trono aprirebbe una nuova era di lumi. Sfortunatamente, c’è un problemino: è nato senza corna, ed è costretto a portare delle protesi per non essere scoperto.

Purtroppo, proprio alla vigilia dell’incoronazione, viene smascherato da Zambazir (che, così, ottiene il trono) e imprigionato in un campo di schiavi. Non vedrà mai più la moglie, Zeltrud, né il bambino che lei aspetta e che, si scoprirà, da grande diventerà il Principe Sirius, cioè il principale nemico dell’equipaggio del Vultus.

sirius

Corna o non corna, per me è un gran figo.

Kentarus riuscirà a scappare sulla Terra, sposerà un’umana, la dottoressa Annabelle, e da lei avrà tre figli che diventeranno tre componenti della squadra che protegge il nostro pianeta.

Ora, la domanda è: com’è possibile che Kentarus nasca senza corna, abbia un figlio cornuto su Boazan e tre figli scornuti sulla Terra?
Ma la vostra Pontomedusa ha la risposta (sì, lo so, mi dovrei trovare un fidanzato).

Ipotizziamo, per semplicità, che le corna siano determinate da un unico gene. Si danno due scenari:

1) Il gene Cornuto è dominante

In questo caso, si dà H corna, h niente corna.

Quindi, un Nobile Cornuto potrebbe avere genotipo HH o Hh.

Se i genitori sono entrambi HH, tutti i figli avranno genotipo HH e, quindi, fenotipo cornuto.

Se un genitore è HH e l’altro Hh, tutti i figli avranno fenotipo cornuto, ma il genotipo sarà nel 50% dei casi HH, nell’altro 50% Hh (attenzione: si parla di probabilità, cioè ogni figlio ha il 50% di probabilità di avere un genotipo o l’altro, non è detto che se una coppia ha due figli uno sarà certamente HH e l’altro certamente Hh!)

Se entrambi i genitori sono Hh, c’è un 75% di probabilità che il figlio nasca cornuto (con genotipo HH al 25% e Hh al 50%), ma un 25% che nasca senza corna con genotipo hh!

Ecco quindi spiegata l’esistenza del buon Kentarus Scornuto. Se Kentarus è hh, e tutti i terrestri sono hh per definizione (quindi anche la dottoressa Annabelle) perché non hanno corna, i loro figli terrestri saranno certamente hh e quindi senza corna.
Zeltrud sarà certamente Hh o HH quindi il Principe Sirius ha dal 50 al 100% di probabilità di nascere con le corna, come in effetti accade.

A quanto pare, tutto corna torna.
Con questa teoria, però, ci sono due problemi:

a) La nascita di figli di nobili con genotipo hh e fenotipo scornuto non dovrebbe essere così rara, eppure il caso di Kentarus sembra unico, almeno nelle ultime tre generazioni.

b) D’altro canto, se il gene Cornuto è dominante, dovrebbero esserci molte più persone cornute che scornute. Sappiamo invece che i Cornuti sono l’aristocrazia, gli Scornuti il popolo, e necessariamente il popolo deve essere più numeroso degli aristocratici, altrimenti l’Allegra Società Assolutista crolla nel giro di sei mesi.

2) Il gene Cornuto è recessivo

In questo caso, si dà H niente corna, h corna.

Se è così, tutti i nobili devono essere hh, quindi tutti i loro figli saranno hh. Ma allora, come si spiega che Kentarus sia nato scornuto?

Abbiamo due opzioni:

a) La madre di Kentarus era una zozzona e ha tradito il marito con lo schiavo idraulico.

b) Kentarus ha genotipo hh, ma è nato con fenotipo scornuto per cause ambientali, ad esempio la madre durante la gravidanza è entrata in contatto con sostanze teratogene. Può accadere ad esempio che un bambino nasca senza braccia: questo non è certo dovuto all’esistenza di un gene “no braccia”, ma all’azione di agenti teratogeni, come il Talidomide.
In questo caso, a Kentarus sarebbe accaduta la stessa cosa.

Prendiamo per buono il caso b), per rispetto verso la madre di Kentarus.
I terrestri per definizione sono HH, quindi i figli di Kentarus e Annabelle saranno tutti Hh, dunque scornuti. Sirius sarà certamente hh, e quindi cornuto.

Questa spiegazione sembra più plausibile, però attenzione, adesso arriva il bello: se i figli di Annabelle e Kentarus sono Hh, hanno un 50% di probabilità di avere figli Hh: con un po’ di generazioni e qualche matrimonio tra cugini, non è così improbabile che nasca un bambino cornuto anche sulla terra!

Q.E.D. (Quell’Emerita Derelitta di Pontomedusa)

Di Juda, il fratello perduto di Boy George

Oggi parliamo di un altro allievo della Scuola di Nanto.
Io comincio ad avere serii dubbi sulla natura di questa scuola, secondo me questi ragazzi non studiavano mica tanto, e per come sono venuti su devono anche avere subito dei serii traumi, tipo essere obbligati a portare il grembiulino fino alla seconda ginnasio.
Juda ne è la prova.

Sentiamo parlare per la prima volta di Juda quando Mamiya confessa a Rei che, quando era ragazza, fu rapita proprio da Juda e costretta a fare parte del suo harem.
Mamiya riuscì poi a scappare, tornando comprensibilmente sconvolta e traumatizzata.

Juda è dunque un bruto, un maiale, uno stupratore. Che aspetto avrà questo vomitevole esempio di maschilismo?

...ecco.

…ecco.

Juda è nel suo palazzo, a esaminare le sue schiave, quando nota che una ha cambiato pettinatura. Sconvolto per il fatto che abbia osato fare una cosa simile senza consultarsi prima con lui, che ha fatto il corso di parrucchiere a Fiumefreddo Bruzio, ordina di cacciarla dal palazzo e abbandonarla nel deserto.

Rei decide di uccidere Juda per vendicare Mamiya, ma si deve sbrigare, perché due puntate prima Raoh gli ha fatto il famoso colpo segreto che dopo tre giorni muori.
Juda, da valoroso e onorevole guerriero quale è, decide di usare l’antica Sacra Tecnica del Rimpiattino: continua a spostarsi di castello in castello, così ogni volta Ken e Rei arrivano dove pensano che Juda sia, ammazzano un po’ di crestoni assortiti, e poi scoprono che Juda non c’è, e nemmeno la cremeria, che quello stronzone è pure goloso e se l’è finita prima di andarsene.
In genere, a questo punto, Ken e Rei si esibiscono nell’antica tecnica del Kitemmuòrto.

Toki, che è il più saggio di tutti, capisce che non si può allungare il brodo per altre dieci puntate con questa storia della morte imminente, e allora offre a Rei un’alternativa alla Matrix: la pillolina blu lo farà morire immediatamente e senza dolore, la suppostona rossa gli allungherà la vita di qualche giorno, ma dovrà soffrire atroci tormenti.
Rei, che è un furbone, sceglie il suppostone rosso, e Toki procede. Finalmente abbiamo il tempo per fare esplodere qualche altra decina di crestoni qua e là.

Nel frattempo, Juda ha deciso che è stanco di giocare a rimpiattino: vuole rapire di nuovo Mamiya per fare soffrire Rei, che Juda odia intensamente, perché alla Scuola di Nanto gli rubava le matite per il trucco e le usava per disegnare i cazzi sul banco.
Juda sta per mettere le mani su Mamiya quando Rei arriva a salvarla: inizia il combattimento!

Da principio, Juda se le prende, ed è anche ovvio, perché è stato chiaro fin dall’inizio che sia una mezza sega.
Allora Juda, dimostrando come sempre di essere un guerriero guidato dall’onore e dalla correttezza, fa allagare il villaggio, in modo che il terreno si trasformi in sabbie mobili e impedisca a Rei di usare la sua tecnica basata sul gioco di gambe.
Ma Juda ha fatto i conti senza Ken, che è un po’ scocciato per il fatto che Rei gli abbia rubato la scena: è pur sempre lui il protagonista, che diamine!
Allora, per consolarsi, Ken ammazza due o tre cattivi e blocca l’acqua spostando un masso con il dito mignolo. Poi, si gira a guardare il tramonto sussurrando “Ciupa!” E l’azione torna da Rei e Juda.

Adesso che il flusso d’acqua si è interrotto, Rei può raccogliere tutte le sue forze e saltare fuori dal fango, facendo definitivamente il culo a Juda, com’è giusto che sia.
Juda, in punto di morte, ammette di avere sempre trovato Rei la cosa più bella che abbia mai visto, e tutti noi a casa diciamo: “Capirai che sorpresa! Non si era intuito!”

Comunque, Juda muore. Poi, muore anche Rei. Ma niente paura perché, dopo una squallida puntata composta da spezzoni di vecchi episodi, arriva Souther, e tutto si rischiara.

Del personaggio di Hokuto no Ken più spaccaculi di tutti: Souther

souther blog 1

Il più grande difetto del film di Ken il Guerriero di cui vi ho parlato qualche giorno fa è che, interrompendosi dopo la prima sfida tra Ken e Raoh, difetta del mio personaggio preferito: Souther, che vediamo qui sopra in tutto il suo splendore.

Il mio ufficio marketing mi chiede di ricordarvi che ho scritto due fanfiction su Souther, che trovate qui e qui. La seconda è il seguito della prima, quindi dovreste leggerle in ordine. Oppure non leggetele, ma ditemi che lo avete fatto così mi fate contenta, come quando da ragazzini assicuravate ai vostri genitori che voi le canne non ve le facevate, mica come i vostri compagni!

Ma torniamo a noi. La prima apparizione di Souther nella serie è a capo del suo esercito di crestoni vestiti di pratici e virili gonnellini fucsia. Ovviamente, fanno le solite cose che fanno tutti i crestoni della serie: danno fuoco ai villici, molestano le donne, ascoltano Gigi D’Alessio a tutto volume. Hanno però una particolarità: rapiscono i bambini.

"E adesso, tutti in coro! 'Non dirgli mai che siamo stati a letto per un giorno inteeerooo" "Aaaargh uccidetemi subito!"

“E adesso, tutti in coro! ‘Non dirgli mai che siamo stati a letto per un giorno inteeerooo’ “
“Aaaargh uccidetemi subito!”

E che ci fanno poi con questi bambini? Li mettono a lavorare nelle fabbriche di scarpe da ginnastica nel cantiere della piramide di Souther. Ma perché usare i bambini, che ovviamente rendono meno degli adulti, soprattutto quando si tratta di trascinare dei pietroni di dieci quintali l’uno? Semplice, perché Souther vuole dimostrare che è cattiiiivooooo, anzi, cattiviiiissimoooo. Se, anziché i crestoni, avesse come esercito una banda di patate antropomorfe, avremmo un altro film.

"Come sarebbe a dire, ci restano solo 3 secondi di vita?"

“Come sarebbe a dire, ci restano solo 3 secondi di vita?”

Ed ecco quindi una scena che stabilisce ancora di più quanto Souther sia cattiviiiissiiimooo. Dei terroristi/combattenti per la libertà (a seconda dei punti di vista) cercano di ucciderlo: lui, che fra l’altro indossa una maschera cornuta che non metterà più per tutto il resto delle puntate in cui compare (ma che comunque contribuisce a renderlo ancora più sexy) schiva le pallottole e poi non li uccide, ma ne ferisce uno e lo usa per ricattare gli altri due; alla fine, comunque, li ammazza tutti senza neanche scompigliarsi il tirabaci che ha sulla fronte. Souther è, quindi, un cattivo psicologico: almeno finché non si scoccia e comincia a menare le mani. Abbiamo anche concluso che è un guerriero velocissimo, e infatti la velocità è la chiave della sua tecnica.

Souther da piccolo. Notare che ha già il tirabaci che manterrà da grande. Di fumare, invece, smise poi a dieci anni.

Souther da piccolo. Notare che ha già il tirabaci che manterrà da grande. Di fumare, invece, smise poi a dieci anni.

Comunque, Souther si è auto-nominato Sacro Imperatore, e si capisce che un Imperatore non abbia molto da fare, infatti Souther fa, sostanzialmente, la vita del pensionato: tutto il giorno a guardare il cantiere. Alla fine della puntata, comunque, si toglie la maschera mostrandoci un altro dei suoi vizietti: un sapiente uso dell’eyeliner, per sottolineare lo sguardo senza appesantirlo. D’altronde, alla scuola di Nanto avevano Juda, quindi capirai se un po’ di eyeliner poteva sconvolgere chicchessia.

"Quando si era ragazzi, l'eyeliner a Souther lo prestavo io!"

“Quando si era ragazzi, l’eyeliner a Souther lo prestavo io!”

Fra una scena di lotta e l’altra, Ken incontra Shu. Dovete sapere che Souther odia Shu perché anni prima, alla scuola di Nanto, costui lo ha smerdato ha messo in discussione la sua autorità rifiutandosi di uccidere un giovane Kenshiro dopo averlo sconfitto in duello, dando la sua vista in cambio della vita del ragazzo. E adesso guida la resistenza contro il dominio di Souther. Una camurrìa, proprio.

Un tot di puntate dopo, Ken affronta Souther. Nonostante Souther sia velocissimo e forte, non accenna a schivare i colpi di Ken, tanto che dopo neanche cinque minuti il nostro eroe può già pronunciare la famosa frase “Hai solo tre secondi di vita.” E che cavolo! tutte ‘ste puntate per stabilire che nemico terribile sia Souther, e me lo fai morire così?

No, infatti. Souther trolla Ken a bestia contando fino a tre e poi prendendolo per il culo deridendolo perché, evidentemente, non succede nulla, anzi: delle ferite si aprono nel corpo di Ken che crolla a terra, sconfitto.

Souther fa mettere Ken in prigione per poi giustiziarlo con calma e, per ammazzare il tempo, si fa preparare un pranzo di venti portate per poi buttare tutto per terra dicendo che fa tutto schifo. Comincio a temere che Souther sia in stato interessante, perché in genere sono le donne incinte che fanno il diavolo a quattro per avere un certo cibo, solitamente introvabile, e poi dire che hanno la nausea e non possono mangiare niente. Ma no, ecco la spiegazione! E’ uno dei soliti teatrini per fare vedere che è cattiiiiviiiisiiiimoooo, infatti si diletta alla vista di un bambino affamato che cerca di raccogliere un pezzo di carne da terra e viene giustamente ripreso da uno dei soldati, perché “Per terra è pieno di batteri! Vorrai mica prenderti l’Esterichia Coli?”

Ken viene liberato dal figlio di Shu, ma Souther non si scompone perché ha trovato un modo per penetrare nel nascondiglio del suo odiato ex compagno di scuola: Souther ha una vasta cultura, ha letto l’Iliade e visto tutta la filmografia di Sergio Leone, e infatti, in un riuscito mix tra Cavallo di Troia e uno Spaghetti Western di cui non mi ricordo il nome, manda alcuni suoi uomini con delle casse piene di cibo, che in realtà sono piene di soldati armati che fanno la festa ai poveri ribelli.

Shu affronta Souther, ma il Sacro Imperatore lo sconfigge senza neanche alzarsi dalla sedia, che quando uno è pensionato è meglio che non faccia certi sforzi. Souther non lo uccide subito perché ne ha pensata un’altra delle sue: obbliga Shu a portare l’ultima pietra della piramide sino in cima alla costruzione e a finire schiacciato sotto di essa.

Ken arriva giusto in tempo per vedere la scena e incazzarsi di brutto. Souther coglie l’occasione di grande rilassatezza per spiegare, con un lungo flashback in toni seppia, che è diventato così cattivo dopo essere stato costretto a uccidere il suo maestro e padre adottivo Ogai per diventare la nuova Fenice di Nanto. La vera funzione della piramide è custodire il corpo del maestro. Ma il vero colpo di scena nel flashback e dato dal fatto che scopriamo che Souther aveva l’eyeliner anche appena nato! Non riesco a dare una spiegazione a questo fatto. D’altronde, nel giardino di Ogai in mezzo alle galline razzolano le fenici, che a quanto ne sapevo io sono animali mitologici, ossia…non esistono! Ma in fondo parliamo di un cartone in cui la gente esplode per un dito in fronte, quindi non facciamoci troppe domande…meglio andare avanti.

Scoppi di magliette, botte, ma Souther resta sempre illeso, finché Ken, dopo un momento particolarmente intimo in cui solleva Souther come una ballerina del Bolshoi, ha un’illuminazione e capisce che Souther ha il cuore a destra e quindi i suoi punti di pressione sono invertiti. Dice, e i punti al centro perché non funzionavano? E vabbe’, non è che gli autori possono pensare sempre a tutto.

"Oh Ken, mi fai sentire come Odette nel Lago dei Cigni!"

“Oh Ken, mi fai sentire come Odette nel Lago dei Cigni!”

Souther a questo punto sfodera la sua tecnica migliore, a cui Ken risponde con il Colpo della Distruzione dell’Universo che, come dice il nome, se eseguito nel modo errato causa la fine del mondo. Tutti si domandano come sia possibile imparare una tecnica del genere, visto che se la prima volta provi e non ci riesci causi l’apocalisse, ma nessuno osa chiederlo a Ken per paura che si distragga e finisca tutto a carte quarantotto.

Comunque, alla fine Ken vince (ma va’?). Souther però, prima di morire, accoglie di nuovo l’amore nel suo cuore (Ooooohhhhhhh…) e limona con Ken va a morire fra le braccia del suo maestro. Per me, da qui in poi si può smettere di seguire la serie, almeno finché non arriva Juza.

"E' il mio fascino da simpatico cazzone!"

“E’ il mio fascino da simpatico cazzone che manda avanti la serie nonostante il ritorno della Felina Defunta!”