Di Numeri Zero, grandi autori e cattivi scrittori

Ho comprato Numero Zero di Umberto Eco perché ci sono incappata per caso al supermercato. Eco mi è sempre piaciuto, d’altra parte siamo molto simili. Basta leggere la quarta di copertina per scoprire che, come Pontomedusa, è filosofo, medievista, semiologo, massmediologo (e ovviamente, non serve che ce lo dica la quarta di copertina, scrittore). Quasi tutti i suoi libri li ho adorati, ma questo, che ho appena cominciato, mi sta prendendo in modo particolare. Come Il pendolo di Foucault, racconta la storia di persone comuni, intellettuali un po’ falliti, che iniziando quasi per gioco finiscono in un impiccio più grande … Continua a leggere Di Numeri Zero, grandi autori e cattivi scrittori

Pontomedusa vuole fare la scrittrice

Vi svelo un segreto. Quando ho cominciato a scrivere, diciamo un paio di anni fa, ho cominciato con la narrativa. Mesi dopo, ho deciso che per pubblicizzare i miei racconti a un pubblico più vasto aprire un blog poteva essere una strategia vincente. I miei racconti sono pubblicati su un sito che potete raggiungere dai link qui a destra, il punto è che nessuno ci clicca sopra. E se anche proprio per sbaglio perché il mouse non funziona qualcuno su quel link ci va, non prosegue nella lettura. Ho la sensazione che chi mi segue come scrittrice non mi percepisca … Continua a leggere Pontomedusa vuole fare la scrittrice

Di Book Nomination e Scerbanenco, il vate di Pontomedusa

Benguitar pensava sicuramente che me ne fossi dimenticata, invece l’avevo solo messa nella lista delle cose da fare, insieme a mettere in ordine l’armadio, fare il tagliando alla macchina e conquistare il mondo dare una sistemata alle piante del balcone. Sto parlando della Book Nomination. Somiglia ai Liebster Awards, ma mi piace di più, perché richiede molto meno sforzo: anziché rispondere a dieci domande, sforzandosi possibilmente anche di essere spiritosi, e doversene anche inventare altre dieci per i successivi nominati, si tratta solo di riportare la citazione di un libro e nominare altre cinque persone perché facciano lo stesso. [EDIT: … Continua a leggere Di Book Nomination e Scerbanenco, il vate di Pontomedusa

Il cane di Bastianich mi ha mangiato il manoscritto

Avevo preso in considerazione di partecipare a Masterpiece, ma non avendo ancora un romanzo completo, ho dovuto rinunciare. Dice: cos’è Masterpiece? Rispondo: clicca il link, no? Comunque è come Masterchef, però con gli scrittori al posto dei cuochi. Magari ci sarà una seconda edizione, anche se già leggendo il concept ero un po’ perplessa sul suo successo. Un talent sugli scrittori sembra così noioso che non lo sto guardando neanche io, che sarei una diretta interessata. D’altronde, la collocazione su Raitre alle 22:30 denunciava già la scarsa fiducia riposta dalla Rai stessa. Immagino la riunione di presentazione del programma: Capoccione … Continua a leggere Il cane di Bastianich mi ha mangiato il manoscritto