La sfiga ci vede benissimo

Mio padre dice “anno bisesto, anno funesto”. Io non sono superstiziosa ma questo 2016 in effetti non promette bene. E’ cominciato da meno di 50 giorni e, nell’ordine: Mi hanno tamponato la macchina, a soli 6 mesi di distanza dall’ultima volta. E’ morto David Bowie. Mi si è imballato il telefono e, come risultato dei miei sapienti sforzi per ripararlo, ho perso tutta la rubrica, incluso il numero del ragazzo che mi piace ma non mi scrive mai, che quindi a questo punto non rivedrò mai più. Ho incontrato l’ennesimo imbecille, ma non sto nemmeno a raccontarvi se no sembra … Continua a leggere La sfiga ci vede benissimo

Di Book Nomination e Scerbanenco, il vate di Pontomedusa

Benguitar pensava sicuramente che me ne fossi dimenticata, invece l’avevo solo messa nella lista delle cose da fare, insieme a mettere in ordine l’armadio, fare il tagliando alla macchina e conquistare il mondo dare una sistemata alle piante del balcone. Sto parlando della Book Nomination. Somiglia ai Liebster Awards, ma mi piace di più, perché richiede molto meno sforzo: anziché rispondere a dieci domande, sforzandosi possibilmente anche di essere spiritosi, e doversene anche inventare altre dieci per i successivi nominati, si tratta solo di riportare la citazione di un libro e nominare altre cinque persone perché facciano lo stesso. [EDIT: … Continua a leggere Di Book Nomination e Scerbanenco, il vate di Pontomedusa

Di un antico film di Ken il Guerriero che ha risvegliato i miei deliri

Qualche settimana fa, per puro caso, sono incappata in un antico OAV di Ken il Guerriero. Dopo pochi minuti, ho avuto una sensazione di déjà vu, ma non era un errore nella Matrice: quella videocassetta me la regalò lo Spirito Guida nel secolo scorso, quando ancora eravamo giovani e innocenti, e non dicevamo le parolacce le dicevamo piano perché se i nostri genitori ci sentivano ce le davano, mica come i giovani di oggi, signora mia dove andremo a finire. Comunque, la storia è questa. La signora Voce Fuori Campo attacca subito il pippone su tutto che ha il suo … Continua a leggere Di un antico film di Ken il Guerriero che ha risvegliato i miei deliri

Fenomenologia del risveglio mattutino

Funziona così. Quando sei già in ritardo per motivi tuoi (leggi: hai cazzeggiato), arrivano anche gli imprevisti: il sacchetto della spazzatura che si rompe, la macchina che va ai 20 all’ora dove non puoi superare, il vecchietto che ti blocca il passaggio attraverso il portoncino ma dargli una gomitata nelle costole sembra brutto, perché in fondo è anziano e non è colpa sua. Si tratta sempre del misterioso fenomeno noto col nome scientifico di S.F.I.G.A. (Such Fucking Irritating Great Arsehole), ma quello su cui vorrei riflettere oggi è il cazzeggio che, facendoci uscire già in ritardo, evoca la sfiga suddetta. … Continua a leggere Fenomenologia del risveglio mattutino

Di attrazione, marketing e spaghetti al pomodoro

La prima legge del dating afferma che nel corteggiamento un corpo riceve una spinta uguale e contraria alla forza applicata da un altro corpo. Ossia, se qualcuno vi piace voi non piacete a lui/lei, mentre quelli che non vi piacciono vi stanno sempre attorno. Ma da cosa dipende? Secondo eminenti studiosi, la prima causa è la sfiga. Ma in realtà, penso che sia lo stesso principio che si applica nel marketing: se una cosa ci viene regalata (ad esempio, un campione gratuito) la infiliamo in tasca senza pensarci, la buttiamo in fondo a un cassetto, magari ci dà persino fastidio … Continua a leggere Di attrazione, marketing e spaghetti al pomodoro