Cuore svedese

  Un mese fa ci ha lasciati troppo presto Tommaso Labranca, uno dei pochi scrittori italiani, con Eco e Scerbanenco, che vorrei emulare quando scrivo le mie minchiate. Non ricordo più quale famoso scrittore (Svevo?), prima di morire, chiese a un amico di bruciare tutti i suoi scritti, perché se ne vergognava; ma l’amico fortunatamente non eseguì, e tutta l’umanità potè venire a conoscenza di opere straordinarie. Nell’epoca di internet, purtroppo, a Labranca bastava schiacciare un tasto per cancellare i suoi siti e i suoi blog quando non ne era più orgoglioso, cosa che puntualmente faceva, e che ha fatto … Continua a leggere Cuore svedese

La sfiga ci vede benissimo

Mio padre dice “anno bisesto, anno funesto”. Io non sono superstiziosa ma questo 2016 in effetti non promette bene. E’ cominciato da meno di 50 giorni e, nell’ordine: Mi hanno tamponato la macchina, a soli 6 mesi di distanza dall’ultima volta. E’ morto David Bowie. Mi si è imballato il telefono e, come risultato dei miei sapienti sforzi per ripararlo, ho perso tutta la rubrica, incluso il numero del ragazzo che mi piace ma non mi scrive mai, che quindi a questo punto non rivedrò mai più. Ho incontrato l’ennesimo imbecille, ma non sto nemmeno a raccontarvi se no sembra … Continua a leggere La sfiga ci vede benissimo

Di Numeri Zero, grandi autori e cattivi scrittori

Ho comprato Numero Zero di Umberto Eco perché ci sono incappata per caso al supermercato. Eco mi è sempre piaciuto, d’altra parte siamo molto simili. Basta leggere la quarta di copertina per scoprire che, come Pontomedusa, è filosofo, medievista, semiologo, massmediologo (e ovviamente, non serve che ce lo dica la quarta di copertina, scrittore). Quasi tutti i suoi libri li ho adorati, ma questo, che ho appena cominciato, mi sta prendendo in modo particolare. Come Il pendolo di Foucault, racconta la storia di persone comuni, intellettuali un po’ falliti, che iniziando quasi per gioco finiscono in un impiccio più grande … Continua a leggere Di Numeri Zero, grandi autori e cattivi scrittori